05 settembre 2014

Lalibela, in Etiopia una nuova Gerusalemme

Lalibela è una piccola località situata al centro dell'Etiopia a circa 2.700 metri sul livello del mare. Anticamente il suo nome era Roha di cui le leggende raccontano le imprese della regina di Saba. 

Cristianizzata nel 300 d.c. si dice che il suo fondatore si chiamasse Gebre Mesquel Lalibela. Nel tempo furono costruite 11 chiese collegate tra loro da cunicoli sotterranei, e senza l'uso di malte, legnami e pietre. 

Ma la particolarità di questo posto incredibile, già inserito dall'Unesco come Patrimonio dell'Umanità, è la sua struttura nel suo complesso. Sottomessa e costruita dall'alto verso il basso. Un'elaborata e stupefacente edificabilità costruttiva. Assolutamente improponibile per i nostri tempi, ma inconcepibile in quel contesto storico dove i mezzi e gli utensili costruttivi non avevano il livello odierno. Infatti grazie a questa peculiarità, Lalibela rientra in quel contesto di "Strutture del Mistero" disseminate per il mondo. 

Qui sotto rispettivamente: Bet Giyorgis, Bet Anna Libanos, Bet Amanuel, Bet Gabriel Rufael. 









Informazioni utili: vivi l'Etiopia di African Explorer con le partenze di gruppo in Italiano