07 ottobre 2014

Uganda: 400 gorilla nella foresta impenetrabile di Bwindi

Finalmente una buona notizia. La popolazione di gorilla di montagna in Uganda si è moltiplicata fino a raggiungere i 400 esemplari rispetto ai 302 presenti nel 2006, innalzando a 880 il numero totale della popolazione di questa sottospecie in pericolo di estinzione in Africa.


Nella foresta primordiale di Bwindi è stata rilevata la presenza di 16 maschi solitari e 36
gruppi di famiglie di gorilla di montagna dei quali 10 abituati al contatto umano, con 8 monitorabili da turisti e 2 posti sotto osservazione per il comportamento e l’interazione sociale.

Nonostante che il Gorilla beringei beringei (sottospecie di Gorilla orientale) rischi di estinguersi a causa della perdita di habitat e della caccia di frodo, il trend positivo di sopravvivenza in ripresa straordinaria nel corso dell’ultimo quinquennio è un risultato che riguarda soltanto l’unica grande scimmia. E’ molto incoraggiante per le politiche di gestione delle risorse naturali in atto nelle aree sottoposte a interventi di maggiore protezione e di conservazione a lungo termine.

Il Parco di Bwindi è un modello di integrazione tra le attività intensive avviate dalle autorità governative in forte collaborazione sul campo, locale e collettiva (personale addetto, popolazione circostante, amministrazioni locali, organizzazioni non governative anche internazionali).

Trekking per raggiungere i Gorilla nella foresta impenetrabile

Alla frontiera sud-occidentale dell’Uganda, la Bwindi Impenetrable Forest è compresa nel Bwindi Impenetrabile National Park è un sito riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità di valore mondiale dal 1991. 

E’ una rinomata destinazione di ecoturismo per osservare i gorilla di montagna e numerose altre specie animali (scimpanzè, elefante africano, ecc.), 347 specie di uccelli di bosco e 70 di monte con 22 endemiche, numerose farfalle e un’eccezionale biodiversità rappresentata da oltre 160 specie di alberi e più di 100 specie di felci. Una foresta unica al mondo.

Il video dell'incontro ravvicinato di un viaggiatore con i gorilla dell'Uganda



Informazioni utili: sicuramente uno dei periodi migliori dell'anno per visitare l'Uganda e i suoi parchi selvaggi è tra dicembre e gennaio quando il clima è generalmente secco ( senza essere eccessivamente caldo) e tra Luglio e Agosto. Gli altri mesi è vivamente sconsigliato. Vi segnaliamo l'offerta di African Explorer che propone un tour di 12 giorni e 9 notti con partenza il 26/12 prezzo finito da 2.990 euro con autista.guida di lingua inglese ( a richiesta anche Italiana ).