17 aprile 2015

Mostra: al Mudec di Milano le infinite emozioni d'Africa fino al 30 Agosto

Nasce il MUDEC, Museo delle Culture di Milano, dedicato alle culture del mondo...


Prima istituzione del genere in Italia, che finalmente ci allinea a realtà internazionali che, da molti
decenni e per ragioni storiche e collezionistiche, rivolgono particolare attenzione alla straordinaria ricchezza e varietà delle produzioni artistiche e dei manufatti provenienti da ogni latitudine del globo.

Il progetto

Progettato dall’archistar inglese David Chipperfield e costruito in 12 anni, si conforma in una struttura articolata, leggera e trasparente che si innesta sui padiglioni pre-esistenti dell’ex Ansaldo, recuperando un’area immensa, ora a disposizione della città. Oltre 17.000 metri quadri pensati per una spazio polivalente, che contano oltre alle sale espositive dedicate alle collezioni permanenti (7000 pezzi) e alle mostre temporanee , un auditorium e una biblioteca.




La mostra: Africa, terra degli spiriti

Per ”Africa. Terra degli spiriti”, il percorso è organizzato in sette sale dove sono in esposizione 200 pezzi: sculture lignee, oggetti e maschere che costituiscono una panoramica sulle produzioni africane della fascia subsahariana. Opere che non rappresentano fedelmente la realtà visibile, ma la interpretano con una profonda valenza simbolica, legata al culto degli antenati e a rituali sacrificali e di divinazione della religione animista.



Uno stile formale lontanissimo dalla figurazione occidentale classica, che ha radici antiche e si riproduce inalterato nel tempo, a cui, in Europa, le Avanguardie Artistiche dei primi del 1900 hanno guardato con grande interesse, prendendo ispirazione dall’essenzialità delle figure e dei volumi della cosidetta ”arte negra” per elaborare nuove modalità rappresentative.




La mostra è aperta fino al 30 agosto con i seguenti orari:
dalle 9:30 alle 19:30; lunedì dalle 14:30 alle 19:30; giovedì e sabato dalle 9:30 alle 22:30.