22 ottobre 2014

OMS: la Nigeria come il Senegal elimina l'Ebola

L'Organizzazione Mondiale della Sanità: "Una storia di spettacolare successo". Quattro giorni fa era stata la volta Senegal. I ministri degli Esteri europei riuniti per alzare la risposta all’epidemia.


L'OMS ha dichiarato la Nigeria libera da Ebola, dopo 42 giorni dall'ultimo caso registrato.
Lo ha comunicato Rui Gama Vaz, rappresentante dell'Oms all'interno del paese, parlando di "Una storia di spettacolare successo che mostra al mondo che il virus Ebola può essere fermato".

La Nigeria è il secondo paese, dopo il Senegal, ad aver superato indenne il primo contagio. La nazione più popolosa d'Africa è riuscita a limitare a 20 il numero di casi di Ebola, di cui otto letali, interrompendo in questo modo la trasmissione del virus. Ma, ricorda l'Oms, quando il primo caso di Ebola importato in Nigeria, a Lagos, è stato confermato il 23 luglio, la notizia aveva scosso e spaventato i responsabili della salute pubblica in tutto il mondo, viste le dimensioni della popolazione ( circa 21 milioni ).

Ma la temuta “apocalisse” non si è però verificata: con il sostegno dell’Oms, dei Centers for Desease Control and Prevention degli Stati Uniti ed altri, funzionari e addetti alla sanità nigeriana hanno raggiunto e isolato il 100% dei contatti noti a Lagos del primo contagiato e il 99,8% del secondo focolaio nel polo petrolifero di Port Harcourt.

Fonte: www.who.int - www.corriere.it