29 marzo 2011

Oltre i BIG FIVE: alla ricerca degli animali più piccoli d’Africa

Suricati, manguste a strisce: il Continente nero è casa non solo dei leggendari Big Five ma anche di più piccole simpatiche creature. Nei parchi del Botswana e del Sudafrica parte integrante dell’ecosistema assieme a leone, bufalo, rinoceronte, elefante e leopardo sono suricati, manguste ma anche uccelli, serpenti e scoiattoli.

A Kasane, in Botswana, il Caracal Biodiversity Center è un piccolo centro per la riabilitazione e custodia di alcuni animali che entrano in conflitto con i residenti della zona, all'interno del parco Chobe. E’ un piccola realtà molto ben gestita da giovani locali. Oltre a vari serpenti il posto è il luogo ideale per osservare le Banded Mangoose o Manguste Striate, piccoli carnivori dal corpo allungato e le zampe corte, il muso appuntito e la coda cespugliosa e affusolata. Il manto striato le rende riconoscibilissime a distanza. Un esempio dei tanti tipi di mangusta che si possono incontrare nella zona.

In Sudafrica e soprattutto nell'area del Kalahari, si trova il regno di un cugino della mangusta, diventato famoso grazie a numerosi documentari: il suricato. Per chi vuole conoscere meglio questi simpatici animali c'è il Kalahari Meerkat Project per trascorrere alcuni mesi a censire gli animali nella zona del Kuruman River Reserve. Nell'area sorge il Kgalagadi Transfrontier National Park dove è possibile osservare i suricati ma anche tantissime varietà di uccelli: 280 di cui 92 residenti. Fare birdwatching da queste parti è molto interessante e può conquistare anche i più pigri.

Le specie di uccelli in alcune aree sono davvero numerosi e bisogna munirsi di cannocchiale. Tra le zone più spettacolari dove osservare questi piccoli animali c’è il delta del fiume Okavango. In questa e in altre aree opera il progetto Birding Botswana, per tour con esperti alla scoperta dei segreti delle varie specie di uccelli che abitano qui. Da vedere sono il gufo Pel’s Fishing e la cicogna Shoebill. Interessanti anche i tour con Birding Africa, che organizza anche giri in altri paesi, come Namibia, Madagascar, Uganda, Ruanda e Angola. Per saperne di più su tutti i progetti di conservazione di questi piccoli animali e i tour operator specializzati, il sito dell’associazione internazionale BirdLife offre schede di approfondimento sulle specie africane e il loro stato di salute.

Tra gli animali più curiosi nell’area del Kalahari ci sono anche gli scoiattoli di terra, i Groud Squirrel. Vicini di casa dei suricati, possono essere osservati nei giri del grande deserto, non si arrampicano sugli alberi e posso essere un po’molesti per gli ospiti dei campi tendati, perché alla costante ricerca di cibo. Tra i posti migliori dove osservarli il Kgalagadi Transfrontier National Park.



Fonte: Turismo.it