01 febbraio 2011

Tanzania, avventura Selous

La più grande area protetta dell’Africa, ricca di animali e splendidi panorami, è il luogo ideale per il viaggiatore avventuroso che non fa della comodità un’esigenza: lo spirito di adattamento, verrà ampiamente ripagato dalla bellezza e unicità di questi luoghi.
Grande quanto la Svizzera, è l’area protetta più estesa dell’Africa: attraversata da 3 grandi fiumi il Rufiji, il Ruaha ed il Beho Beho, ospita alcune tra le più numerose popolazioni di elefanti, rinoceronti neri, bufali, ippopotami e licaoni. Inoltre, la presenza delle giraffe è così massiccia che al parco è valso il soprannome di Giraffic Park, e con oltre quattrocento specie di uccelli è luogo di primario interesse per i birdwatchers. Assieme al Mikumi National Park con cui confina a nord-ovest è stata inserito dall'UNESCO tra i Patrimoni Mondiali dell'Umanità.

Il periodo in assoluto migliore per visitare il Selous corrisponde alla stagione secca ed all'inverno tanzaniano (da Luglio ad Ottobre). In questo intervallo temporale la scarsità di pascoli verdi costringe gli erbivori lungo le rive dei fiumi e dei piccoli laghi dove si appostano i predatori permettendo di conseguenza un maggior numero di avvistamenti. Le temperature non torride (20° notturni - 30° diurni) permettono agli animali uno stile di vita più attivo impossibile da Dicembre a Marzo quando la temperatura arriva a 40° diurni. Gli unici animali più difficilmente avvistabili in stagione secca sono gli elefanti che proprio a causa della siccità migrano verso la riserva di Niassa in Mozambico. Sono questi i mesi migliori anche per i safari a piedi, più bassa è l’erba, più facile è fare avvistamenti. Dicembre, Gennaio e Febbraio possono essere più o meno buoni a seconda dell'annata e del progredire delle pioggie: in generale il territorio si fa via via sempre più verdeggiante e gli animali si disperdono in aree non accessibili. Tornano gli elefanti e diventano numerosissime le specie ornitologiche avvistabili. Questi sono mesi eccezionali per i safari nei parchi del nord ed in particolare nelle pianure del Serengeti e della Ngorongoro Conservation Area.